Questo sito contribuisce alla audience di

Bulganin, Nikolaj Aleksandrovič

uomo politico sovietico (Nižnij Novgorod 1895-Mosca 1975). Iscritto al partito dal 1917, agente della Čeka (1917-22), poi direttore di una fabbrica di macchine elettriche (1922-30), Bulganin iniziò la carriera politica sotto la protezione di Molotov, divenendo sindaco di Mosca (1930-37), presidente del Consiglio dei ministri della RSFSR (Repubblica Socialista Federativa Sovietica Russa) e, nel 1939, vicepresidente del Consiglio dei commissari del popolo. Durante la seconda guerra mondiale seguì l'armata di Žukov, con il grado di generale, come funzionario politico del Comitato Centrale del PCUS e del Comitato Statale della Difesa, di cui divenne membro nel 1944, succedendo a Vorošilov. Nel 1947 fu designato vicepresidente del Consiglio e ministro della Difesa col grado di maresciallo. Nel 1955 succedette a Malenkov quale presidente del Consiglio. Chruščëv lo mise in disparte perché appartenente al gruppo “antipartito” Molotov.

Media


Non sono presenti media correlati