Questo sito contribuisce alla audience di

Bultmann, Rudolf

teologo tedesco (Wiefelstede 1884-Marburgo 1976). Formatosi alla scuola della critica storica del protestantesimo liberale e della storia delle religioni (con H. Gunkel, J. Weiss, K. Müller, A. Harnack, W. Herrmann), con Die Geschichte der synoptischen Tradition (1921; La storia della tradizione sinottica) dà l'avvio, assieme a K. L. Schmidt e M. Dibelius, all'applicazione del metodo storico-morfologico (Formgeschichte) nello studio del Nuovo Testamento. Divenuto uno dei maggiori esponenti della “teologia dialettica”, con K. Barth, E. Brunner e F. Gogarten, mantiene l'esigenza critica e l'istanza di veridicità radicale della teologia liberale. Professore a Marburgo dal 1921, vi incontra M. Heidegger, la cui elaborazione di una filosofia dell'esistenza influisce in modo determinante sullo sviluppo successivo del suo pensiero, portandolo a una progressiva separazione da Barth: nel 1926 appare lo Jesus, in cui la ricerca sulla figura di Gesù ottiene un'impostazione nuova. Nel 1934 Bultmann aderisce alla Chiesa confessante tedesca. Del 1941 sono Das Evangelium des Johannes (L'evangelo di Giovanni) e il saggio Neues Testament und Mythologie (Nuovo Testamento e mitologia) col quale Bultmann propone la demitologizzazione, ovvero l'interpretazione esistenziale del Nuovo Testamento, che caratterizza essenzialmente la sua teologia e costituisce il filo conduttore delle opere successive, tra cui ricordiamo la Theologie des Neuen Testaments (1948-53), Das Urchristentum im Rahmen der antiken Religionen (1949; Il cristianesimo primitivo nell'ambito delle religioni antiche), History and Eschatology (1957; Storia ed escatologia).

Bibliografia

K. Barth, Rudolf Bultmann, ein Versuch, ihn zu verstehen, Zurigo, 1953 (trad. it., Torino, 1971); G. Miegge, L'Evangelo e il Mito nel pensiero di Rudolf Bultmann, Milano, 1956; C. W. Kegley, The Theology of Rudolf Bultmann, Londra, 1966; P. Boschini, Escatologia senza storia. Storicismo e antistoricismo nel pensiero di R. Bultmann, Bologna, 1988.

Media


Non sono presenti media correlati