Questo sito contribuisce alla audience di

Burali-Fòrti, Césare

matematico e logico italiano (Arezzo 1861-Torino 1931). Si occupò di geometria differenziale, soprattutto di calcolo vettoriale di cui fu uno dei maggiori sistematori, e di logica matematica. Tra i collaboratori di G. Peano, del cui pensiero diede una presentazione sistematica in Logica matematica (1894), nel 1897 individuò l'antinomia, che porta il suo nome, relativa alla teoria cantoriana dei numeri ordinali, peraltro già nota a G. Cantor sin dal 1895. Tale antinomia può essere presentata, intuitivamente parlando, nel modo seguente: A) ogni insieme ben ordinato ha un unico numero ordinale; B) ogni insieme di numeri ordinali, disposti secondo grandezza, è ben ordinato e ha un numero ordinale maggiore di ogni ordinale in esso contenuto; C) l'insieme K di tutti gli ordinali, ordinati secondo grandezza, è ben ordinato; D) allora, per A e C, K ha un numero ordinale ρ, ma poiché ρ è in K, si ha in forza di B che ρ<ρ, il che è una contraddizione.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti