Questo sito contribuisce alla audience di

Burke, Kenneth Duva

critico letterario e musicale, studioso del linguaggio e filosofo statunitense (Pittsburgh 1897-Andover, New Jersey, 1993). È considerato il portavoce più autorevole della scuola idealista. Lo resero famoso Counterstatement (1931; Controdichiarazione), in cui Burke avverte nella coscienza collettiva della società la presenza della matrice formale di un'opera, e Permanence and Change: an Anatomy of Purpose (1935; Permanenza e mutamento: un'anatomia di scopo), in cui il comunismo come comunicazione e comunione viene indicato quale unica soluzione dei problemi sociali americani. Burke è anche autore di Philosophy of the Literary Form (1941; Filosofia della forma letteraria), A Grammar of Motives (1946), A Rhetoric of Motives (1950), Terms for Order (1965), Dramatism and Developement (1972). Fu anche critico musicale delle riviste The Dial (1927-29) e The Nation (1934-36).

Media


Non sono presenti media correlati