Questo sito contribuisce alla audience di

Càndia (città)

(Irákleio). Capoluogo del nomós omonimo (Grecia), 137.711 ab. (2001).

Città sulla costa settentrionale dell'isola di Creta. Centro vivace e popoloso, dai suoi scali transita quasi il 15 % del flusso turistico totale dell'intera isola. Sebbene in gran parte di aspetto moderno, conserva i resti delle mura veneziane (sec. XVI-XVII) che circondano il nucleo storico dell'abitato, a ridosso del porto. La città ospita inoltre il noto Museo archeologico di Iraklion, che raccoglie la più importante collezione d'arte minoica al mondo, mentre reperti archeologici e documenti che vanno dal periodo bizantino all'età contemporanea sono conservati nel Museo storico cretese. Aeroporto. § Il primo nucleo di Candia sorse durante la dominazione araba, nei pressi dell'antico porto di Cnosso. Sotto il dominio veneziano (1204-1669), la città divenne fiorente e attivo centro commerciale; il suo nome fu esteso a tutta l'isola. Assediata dai Turchi dal 1648, nonostante la strenua difesa di Francesco Morosini, Candia fu da essi occupata nel 1669. Nel sec. XIX fu centro attivo dell'irredentismo greco. Nel 1913 fu annessa alla Grecia.

Media

Candia.