Questo sito contribuisce alla audience di

Cànnero Rivièra

comune nella provincia del Verbano-Cusio-Ossola (13 km da Verbania), 225 m s.m., 14,46 km², 1050 ab. (canneresi), patrono: Madonna del Carmine (secondo lunedì di luglio).

Centro posto su un promontorio della sponda occidentale del Lago Maggiore. Conteso nel 1180 tra la Chiesa novarese e il monastero di Arona, passò agli inizi del sec. XV sotto il dominio dei Mazzarditi. I loro castelli, detti “di Malpaga”, furono distrutti da Filippo Maria Visconti ma, nel 1519, Ludovico Borromeo fece costruire su quelle rovine la villa-castello Vitaliana. Nel lago, poco distante dalla costa, su due isolotti rocciosi sorgono i suggestivi ruderi dei castelli. La parrocchiale di San Giorgio fu eretta tra il 1836 e il 1844. § L'economia si basa sul turismo, attratto dalla mitezza del clima e dal paesaggio; vi sono buone strutture alberghiere, ricreative e di sport nautici. Si praticano la floricoltura, la frutticoltura e l'orticoltura.