Questo sito contribuisce alla audience di

Càrcano, Salvatóre

ufficiale italiano (Varese 1827-Torino 1903). Tenente colonnello di artiglieria, inventore dell'omonimo sistema di otturazione a cilindro scorrevole-girevole del fucile modello 1868 e, con successive modifiche, del famoso modello 91. L'originale otturatore ad ago, simile a quello del Dreyse, ha la sua principale caratteristica nel cosiddetto “tubetto con nasello”, un cilindretto mobile che consente di disarmare la molla del percussore. Nel 1866 l'Italia adottò il sistema Carcano che consentiva di utilizzare, adattandoli, gli esistenti fucili ad avancarica modello 1860. Furono così trasformati (al costo di 10 lire l'uno) 600.000 fucili che entrarono in servizio come modello Carcano 1868 e rimasero in dotazione fino all'adozione del Vetterli. In pratica, il calibro restava invariato in 17,5 mm. L'arma utilizzava una cartuccia di tela cerata con l'innesco collocato nella parte posteriore del proiettile. Il sistema Carcano, modificato a percussore e con l'otturatore munito di appoggio ad alette anziché a spalletta, fu in seguito adottato per il fucile modello 91 (Carcano-Mannlicher) e i suoi derivati.