Questo sito contribuisce alla audience di

Càrcare

comune in provincia di Savona (19 km), 365 m s.m., 10,36 km², 5662 ab. (carcaresi), patrono: san Giovanni Battista (24 giugno).

Centro della valle della Bormida di Pallare, situato poco a monte della confluenza con il ramo di Mallare. Antica mansio romana lungo la via Aemilia Scauri e snodo per Acqui e per Ceva, appartenne a Bonifacio del Vasto (1091), ai Del Carretto, alla Spagna e a Genova. Nel sec. XVII, con la deviazione del traffico commerciale e di transito lungo la nuova strada “Berretta”, perse la sua importanza. Napoleone vi stabilì il suo quartier generale dopo la vittoria di Cairo Montenotte (1796). Nell'Ottocento fu frequentato da pittori e artisti e vi nacque (1863) la scuola pittorica detta “dei Grigi”. § La parrocchiale di San Giovanni Battista fu costruita nel sec. XIX e conserva un Crocifisso del Maragliano. A villa Maura, dove visse e morì il giornalista savonese Anton Giulio Barrili (1836-1908), si trova il Centro Studi a lui dedicato, che conserva i carteggi che lo scrittore ebbe con importanti personalità del suo tempo. § L'economia si basa sull'industria, attiva nei settori alimentare, vetrario, ceramico, idrotermico (valvole), cartotecnico, meccanico (serramenti), dell'arredamento, dell'abbigliamento e della lavorazione delle materie plastiche. L'agricoltura, ridimensionata rispetto un tempo, è rivolta alla coltivazione di alberi da frutto.