Questo sito contribuisce alla audience di

Càssaro

comune in provincia di Siracusa (39 km), 550 m s.m., 19,40 km², 909 ab. (cassaresi), patrono: san Giuseppe (19 marzo).

Centro situato su una sporgenza rocciosa dei monti Iblei, che domina la confluenza del torrente Ferla col fiume Anapo. Sorto nel sec. XII attorno a un fortilizio (come ricorda il suo nome, dall'arabo qasr, “castello”) nel 1320 fu possesso di signori locali, mentre nel secolo successivo fu dominio dei Muleto, poi dei Gaetani e, infine, degli Statella. Fu ricostruito con impianto ortogonale dopo il terremoto del 1693. § La chiesa madre, dedicata a San Pietro, fu ricostruita sulla precedente del sec. XVII. La chiesa di Sant'Antonio Abate (sec. XVII-XVIII) custodisce una tela di Giuseppe Crestadoro, raffigurante il santo. § L'economia si basa sull'agricoltura, che produce cereali, olive, ortaggi e frutta (soprattutto agrumi), e sull'allevamento bovino e suino.

Collegamenti