Questo sito contribuisce alla audience di

Cìvita

comune in provincia di Cosenza (82 km), 450 m s.m., 27,11 km², 1125 ab. (civitesi), patrono: Maria Santissima Assunta (seconda domenica di ottobre).

Centro posto sul versante sudorientale del gruppo del Pollino; è compreso nel Parco Nazionale del Pollino. Noto fin dal Medioevo, nel sec. XV venne abitato da profughi albanesi costretti alla fuga dopo la morte di Scanderbeg, eroe nazionale della rivolta antiturca. Continua tuttora a mantenere un dialetto albanese. Fu nei secoli assoggettato a diversi feudatari tra cui i D'Orso. Conserva il santuario medievale di Santa Maria Assunta, la cappella di Sant'Antonio (sec. XVI) e la Filanda Filardi, monumento di archeologia industriale. § L'economia si basa sull'agricoltura (cereali, olive, agrumi, uva da vino) e l'allevamento (bovini, ovini, caprini); è zona di produzione del vino pollino DOC. § Il martedì dopo Pasqua si tiene la “Vallia”, movimentata danza collettiva albanese.