Questo sito contribuisce alla audience di

Còlico

Guarda l'indice

comune in provincia di Lecco (54 km), 218 m s.m., 35,30 km², 6257 ab. (colichesi), patrono: san Rocco (16 agosto).

Generalità

Centro esteso sulla sponda nordorientale del lago di Como, presso l'immissione dell'Adda; sede comunale è Colico Piano. Circondato dalle alture del monte Legnone e affacciato sul lago, è il maggiore centro della sponda lecchese. È importante nodo viario e di transito verso la Svizzera, la Valchiavenna e la Valtellina.

Storia

Di probabile origine romana, a causa della sua posizione strategica di connessione tra le strade per Lecco, Chiavenna e Sondrio, subì saccheggi e devastazioni. Fu sotto la giurisdizione di Como e nel sec. XV fu eretto a contea dai Visconti e ceduto ai Sanseverino. Nel 1482 Gian Galeazzo II Sforza lo diede a Giovanni Casati. Alla metà del sec. XVI passò ai Caldarini, poi ai Pusterla, ai Quadrio di Tirano e agli Alberti (1571). A causa delle frequenti esondazioni dell'Adda e dell'insalubrità del territorio paludoso, il paese rimase a lungo disabitato. Riacquistò importanza nel sec. XIX, con l'apertura delle strade dello Stelvio, del Maloja e dello Spluga e con la bonifica del vicino Pian di Spagna.

Arte

Dell'antica abbazia di Piona, uno dei maggiori capolavori dell'architettura comacina, fondata dai cluniacensi nel sec. XII e decaduta a partire dal sec. XV fino alla soppressione (1798), rimane la chiesa di San Nicolao, edificata in stile romanico lariano nella seconda metà del sec. XI, sul luogo del più antico oratorio di Santa Giustina (sec. VII), del quale si conserva una piccola abside sul retro dell'edificio. All'interno spicca un Cristo fra gli Apostoli, affresco del sec. XIII. Di fianco alla chiesa è il chiostro (1252-57), felice sintesi di motivi romanici e gotici.

Economia

L'industria, assai sviluppata, opera nei settori siderurgico, meccanico (valvole e sistemi di pompaggio), metalmeccanico (minuterie), degli articoli sportivi (scarponi e prodotti per la montagna), tessile, alimentare e dell'abbigliamento. Sono fiorenti il commercio e il turismo soprattutto sportivo (vela, windsurf e navigazione da diporto). L'agricoltura produce mais, ortaggi, frutta e foraggi per l'allevamento bovino.

Media


Non sono presenti media correlati