Questo sito contribuisce alla audience di

Còsta, Giovanni, detto Nino

pittore italiano (Roma 1826-Marina di Pisa 1903). Fu allievo prima del Camuccini e poi del Podesti; abbandonò tuttavia l'accademia per partecipare alla lotta garibaldina del 1848-49. Finita la guerra, cominciò a dipingere dal vero ed entrò in contatto con alcuni pittori stranieri che studiavano a Roma (R. David, A. Böcklin e F. Leighton). Di ritorno dalla II guerra di indipendenza, nel 1859 si stabilì a Firenze dove frequentò i macchiaioli, influenzando la svolta naturalistica del Fattori. A Roma, nel 1883, fondò il gruppo secessionista “In arte Libertas”. Negli ultimi anni passò a figurazioni simboliste di tipo preraffaellita (a Londra aveva conosciuto Ruskin).

Media


Non sono presenti media correlati