Questo sito contribuisce alla audience di

Cónca, Sebastiano

pittore italiano (Gaeta 1680-Napoli 1764). Allievo a Napoli del Solimena, fu poi a Roma (1706) a contatto con il filone classicheggiante della scuola romana facente capo al Maratta e al Chiari. Fu fecondo realizzatore di affreschi (Incoronazione di Santa Cecilia nella volta dell'omonima chiesa romana, 1725; Probatica piscina nella chiesa dell'ospedale della Scala a Siena, 1732) e di pale d'altare (Miracolo di San Clemente, Miracolo di San Domenico e Madonna del Rosario nella chiesa di S. Clemente a Roma; Immacolata e San Filippo nell'oratorio di S. Filippo a Torino). L'ultimo periodo della sua attività segnò, con il ritorno a Napoli (dipinti in S. Pietro Martire e in S. Chiara, 1753), un riaccostamento ai modi più sciolti del barocco meridionale.

Media

Sebastiano Conca.