Questo sito contribuisce alla audience di

Cónte di Culagna

protagonista della Secchia rapita, poema eroicomico di A. Tassoni (1622). Millantatore ma codardo, identificato con il ferrarese Alessandro Brusantini, nemico personale dell'autore, impersona in realtà l'ideale cavalleresco ormai scaduto a caricatura nella coscienza realistico-borghese del Seicento.

Media


Non sono presenti media correlati