Questo sito contribuisce alla audience di

CASE

acronimo dell'inglese Computer-Aided Software Engineering. Sistema di programmi che permette di gestire le diverse fasi dell'attività di sviluppo del software, dall'analisi alla produzione del codice vero e proprio, e in certi casi alla sua compilazione ed esecuzione. I primi sistemi CASE utilizzavano anche linguaggi specifici, cosiddetti di quarta generazione, che operavano su data base contenenti i dati del progetto e dell'applicazione. Essi permettevano anche di memorizzare e gestire aspetti del processo di sviluppo, come l'assegnazione di compiti e responsabilità ai diversi membri della squadra di progetto. Anche se i sistemi CASE originali non hanno avuto successo alcune loro caratteristiche sono state integrate nei sistemi di supporto all'attività di sviluppo del software oggi più diffusi, spesso basati sul complesso di linguaggi diagrammatici fornita da UML. In particolare, forme di generazione automatica di parti di programmi a oggetti, a partire da una specifica grafica interattiva, sono oggi parte integrante di qualsiasi sistema. Gli aspetti relativi alla gestione del processo sono stati invece portati all'interno dei cosiddetti sistemi di workflow, in cui è possibile descrivere graficamente la pianificazione, le interdipendenze e gli obiettivi dei compiti. La connessione al data base del progetto permette di monitorarne l'evoluzione rispetto alla pianificazione originale, tipicamente identificando i documenti che devono essere prodotti nelle diverse fasi e i responsabili per la loro produzione, ed eventualmente intervenendo per ridefinire compiti, responsabilità, scadenze.