Questo sito contribuisce alla audience di

Cabanis, Pierre Jean Georges

medico e filosofo francese (Cosnac 1757-Rueil 1808). Traduceva l'Iliade quando l'influenza degli Enciclopedisti lo indirizzò agli studi di medicina e di filosofia. Fu amico e medico di Mirabeau. Titolare della cattedra d'igiene a Parigi e membro dell'Institut, nel 1797 divenne docente di clinica all'École de médecine. Fece parte del Consiglio dei Cinquecento e fu tra i cinquanta deputati che dovevano elaborare una nuova costituzione. Nominato senatore nel 1799 da Napoleone, Cabanis, avverso alla dittatura, passò gli ultimi anni della vita nell'attività scientifica. In filosofia propugnò un materialismo radicale assumendo nella sua opera maggiore, Rapports du physique et du moral de l'homme (1802; Trattato del fisico e del morale dell'uomo), una posizione nettamente antitetica allo spiritualismo e al razionalismo e a ogni altra filosofia che non si richiami alla fonte primaria dei sensi e dell'esperienza. Una certa attenuazione del suo pensiero materialistico si riscontra nella Lettre à Fauriel sur les causes premières (pubblicata nel 1824).