Questo sito contribuisce alla audience di

Cabral, Luis

uomo politico della Guinea-Bissau (Bissau 1931-Torres Vedras, Portogallo 2009). Rifugiatosi a Conakry per la sua attività nazionalista, fu chiamato nel 1964 a far parte del Comitato esecutivo del PAIGC Nel 1973, otto mesi dopo l'assassinio del fratello Amílcar, fu designato a presiedere il Consiglio di Stato, carica riconfermatagli nel 1976. Un colpo di Stato nel novembre del 1980 rovesciò il suo regime e Cabral fu arrestato. Dal 1982 ha vissuto in esilio a Cuba.