Questo sito contribuisce alla audience di

Cagnòla, Luigi

architetto italiano (Milano 1762-Inverigo 1833). È considerato uno dei maggiori esponenti del neoclassicismo lombardo. A Venezia ebbe modo di approfondire il classicismo sugli esempi locali di Palladio e Sansovino. In tutte le opere realizzate, l'aderenza al razionalismo illuminista è ridotta a formula e canone: a parte alcuni progetti a schema geometrico composito, il suo apporto è proprio in tale accezione “ripetitivo” di fermenti neoclassici. Opere: Milano, propilei di Porta Ticinese (1802-1804), Arco della Pace (1807-16); Brescia, cupola del duomo (1825); Ghisalba, parrocchiale (1833); Inverigo, villa Cagnola (poi d'Adda, successivamente adibita a collegio e chiamata la Rotonda), iniziata nel 1813 e portata a termine dopo la sua morte.