Questo sito contribuisce alla audience di

Caillié, René-Auguste

esploratore francese (Mauzé-sur-le-Mignon, Deux-Sèvres, 1799-La Baderre, Parigi, 1838). Nel 1816, recatosi in Senegal, apprese l'arabo presso i Mauri e nel 1827, partito da Boké, si unì alla carovana di un mercante indigeno, raggiungendo il Niger a Kouroussa il 19 aprile: ai primi dell'anno successivo giunse a Djenné e il 20 aprile 1828 arrivò infine a Tombouctou, primo europeo a penetrare nella città. Durante il ritorno, attraverso il deserto del Sahara, visitò il Marocco, raggiungendo poi Tangeri. In Francia dove fu accolto con onori e nominato membro della Società Geografica, curò una relazione dei suoi viaggi (Journal d'un voyage à Tombouctou et à Jenné dans l'Afrique centrale, 1830).