Questo sito contribuisce alla audience di

Calais

città nel dipartimento del Pas-de-Calais (regione: Nord Pas-de-Calais, Francia), 74.900 ab. (stima 2004).

È un porto molto attivo, ma deve la maggiore notorietà alla magnifica spiaggia frequentata sin dalla fine dell'Ottocento. È collegata a Folkestone da un tunnel ferroviario sottopassante la Manica, la cui costruzione – già discussa alla fine del sec. XIX – è stata realizzata in forma definitiva nel 1990, mentre la linea ferroviaria è entrata in funzione nel 1994. Il tunnel, lungo 50 km di cui 38 sottomarini, è formato da due gallerie di scorrimento e una di servizio. § Lo sviluppo della città fu condizionato e favorito dalla posizione geografica che faceva di Calais un punto di passaggio obbligato per i collegamenti tra Francia e Inghilterra. Nel 1180 ricevette privilegi dai conti di Boulogne e da quel momento vi si tennero due mercati annuali; ebbe nel corso del sec. XIII un notevole sviluppo commerciale e, durante la guerra dei Cento anni, fu uno dei principali obiettivi degli Inglesi, che la occuparono il 3 agosto 1347. Francesco di Lorena, duca di Guisa, la riconquistò alla Francia l'8 gennaio 1558. Bombardata durante la prima guerra mondiale, quando servì da base inglese, e quasi completamente distrutta durante la seconda, la città è oggi formata da due parti nettamente differenziate: a N i quartieri portuali della vecchia Calais con le antiche case dei pescatori e a S i nuovi quartieri industriali e residenziali di Saint-Pierre, dalle vie ampie e regolari.§ Il Musée des Beaux Arts et de la Dentelle, recentemente ristrutturato, presenta una notevole collezione di sculture di A. Rodin e una sezione che ripercorre la storia del pizzo di Calais.