Questo sito contribuisce alla audience di

Calimèra

comune in provincia di Lecce (16 km), 54 m s.m., 11,14 km², 7302 ab. (calimeresi), patrono: san Brizio (29 luglio).

Centro del Salentomeridionale, ai piedi della Serra di Martignano. È di origine greca (fa parte della Grecia Salentina; il nome significa “buon giorno”) e il rito religioso greco vi si mantenne fino al 1663, mentre tracce dell'idioma si conservano ancora oggi. Ebbe numerosi feudatari. In un'edicoletta nei giardini pubblici è una stele attica del sec. IV a. C., rinvenuta presso Atene e donata dalla capitale greca a Calimera. § L'agricoltura produce cereali, ortaggi, olive e tabacco (lavorato in aziende locali). L'industria opera nei settori alimentare, enologico, edile, tessile e della lavorazione dei metalli. § Nella settimana che precede la Domenica delle Palme gruppi di contadini eseguono in “griko” (un dialetto simile a quello delle campagne greche) un canto dedicato a san Lazzaro.

Collegamenti