Questo sito contribuisce alla audience di

Callisto I

santo, papa (Roma ca. 155- 222). Figlio di Domizio, schiavo battezzato del cristiano Carpoforo. Liberato intorno al 190, fu deportato nelle miniere sarde per aver molestato gli Ebrei. Nuovamente liberato, fu trattenuto da papa Vittore ad Anzio; il nuovo papa Zefirino lo richiamò a Roma, nominandolo arcivescovo della Chiesa romana e amministratore del cimitero sulla via Appia. Eletto papa nel 217, prescrisse il digiuno del sabato quattro volte all'anno. Prima e dopo la sua elezione, polemizzò con Ippolito che nei Filosofumena lo accusava di falsare il dogma trinitario e di eccessiva indulgenza (lassismo). Pare infatti che il cosiddetto Editto di Callisto abbia avuto una funzione antirigoristica. Secondo la Passio Callisti, Callisto sarebbe morto nel 222, assassinato probabilmente in seguito a un tumulto. Festa il 14 ottobre.