Questo sito contribuisce alla audience di

Calopezzati

comune in provincia di Cosenza (122 km), 217 m s.m., 22,31 km², 1206 ab. (calopezzatesi), patrono: san Francesco di Paola (2 aprile).

Centro posto alla destra del fiume Trionto. Fondato da Giovanni Ruffo (inizio sec. XIV), fu possesso di vari signori tra cui gli Spinelli e i Sambiase. § Il massiccio castello Giannone (sec. XIV) fu sottoposto a vari rifacimenti (sec. XVII e XVIII); della costruzione originaria conserva la bifora quattrocentesca, mentre la biblioteca è di fattura tardo barocca. Nella vicina chiesa dell'Addolorata vi è una pala d'altare intagliata in legno dorato, notevole esempio di rococò calabrese. La parrocchiale della Madonna Acheropita (1728) conserva vari dipinti su tela tra i quali una Madonna del Rosario di scuola barocca napoletana. § L'agricoltura produce uva da vino, olive (con produzione di olio), capperi, ortaggi, frumento; è praticato l'allevamento (bovini e bufali). L'artigianato è attivo nei settori tessile e del legno. Il paese è meta di turismo estivo.