Questo sito contribuisce alla audience di

Calvène

comune in provincia di Vicenza (29 km), 201 m s.m., 11,54 km², 1274 ab. (calvenesi), patrono: Maria Santissima Annunciata (25 marzo).

Centro posto sulla sinistra del torrente Astico, ai piedi dall'altopiano dei Sette Comuni. Centro romano (vi sono state rinvenute preziose monete), dal 914 fu possesso dei vescovi di Padova, che vi eressero due castelli e nel 1288 lo diedero in feudo a signori locali. Seguì le vicende dell'alto Vicentino, passando a Venezia nel 1404.§ La parrocchiale, del 1852, conserva una vasca battesimale romanica, un crocifisso gotico, una terracotta quattrocentesca, altari del sec. XVI e dipinti del Maganza e della scuola di Paolo Veronese. Interessante il mulino ad acqua sul torrente Chiavona.§ L'agricoltura produce cereali e ortaggi; si pratica l'allevamento bovino e suino. L'industria è attiva nei settori edile, conserviero e dell'abbigliamento.