Questo sito contribuisce alla audience di

Campagna, Geròlamo

scultore e architetto italiano (Verona 1549-Venezia ca. 1625). Attivo nel Veneto e particolarmente a Venezia, la sua prima opera fu il monumento del doge Leonardo Loredan, eseguito nel 1572 (Venezia, SS. Giovanni e Paolo). Nel 1577 terminò il Miracolo del giovane resuscitato (Padova, basilica del Santo), lasciato incompiuto da Danese Cattaneo, suo maestro; in quest'opera è evidente l'influenza sansoviniana, anche se in forme infiacchite e ammanierate. Come architetto si ispirò a Palladio, non senza spunti ornamentali e barocchi. Le sue realizzazioni più importanti si trovano a Venezia (altare marmoreo nella chiesa dei SS. Giovanni e Paolo; gruppo bronzeo sull'altare maggiore di S. Giorgio Maggiore; altari in S. Salvatore e in S. Giuliano, ecc.).