Questo sito contribuisce alla audience di

Campanula

genere di piante della famiglia Campanulacee costituito da numerose erbacee annue o perenni diffuse in prati e boschi soprattutto di montagna, ma comuni anche nel piano: in Italia numerose specie concorrono a caratterizzare la flora delle Alpi e parecchie vengono coltivate come ornamento per i loro fiori gamopetali (detti campanule o campanelle) dalle corolle leggere ed eleganti, azzurre, bianche, rosee o violacee. Non posseggono fusti rampicanti, hanno foglie di varia forma, sempre intere e prive di stipole, e portano i loro fiori solitari o raccolti in infiorescenze a spiga, a capolino o in pannocchia. Campanula medium (giulietta o fior campano) ha fiori azzurro-viola, grandi, qualche volta biancastri, lunghi ca. 5 cm; Campanula rapunculus (raperonzolo) viene coltivata anche per le foglie e le giovani radici, che sono commestibili e si consumano in insalata. Anche Campanula trachelium (imbutini) ha radici eduli, mentre Campanula grandiflora (Walhambergia grandiflora), dai grandi fiori a campana aperta, di colore azzurro cupo, lucidi, è specie ornamentale. Nei boschi di Conifere è frequente Campanula barbata, con fiori pallidi e pelosi; in alta montagna si può reperire Campanula pusilla, alta una decina di centimetri, con molti fiori azzurrini.