Questo sito contribuisce alla audience di

Campióne d'Itàlia

Guarda l'indice

comune in provincia di Como (25 km), 273 m s.m., 2,60 km², 2267 ab. (campionesi), patrono: san Zenone (14 aprile).

Generalità

Cittadina situata sulla sponda orientale del lago di Lugano, alle pendici del monte Sighignola. L'abitato è sviluppato in riva al lago, e pur appartenendo alla provincia di Como, è l'unico caso di isola territoriale italiana (enclave) in territorio svizzero (da cui la specificazione “d'Italia” aggiunta al toponimo).

Storia

Fu presidio militare romano, fortificato a difesa dalle incursioni dei Reti. Dal 777 appartenne al monastero di Sant'Ambrogio di Milano, investitura riconosciuta da Carlo Magno e rispettata nei secoli successivi. Gli abati ottennero dagli Sforza (1477) vari privilegi ed esenzioni da dazi e pedaggi e, nel 1512, evitarono l'annessione del borgo alla Svizzera. Nel 1797, in seguito alla soppressione del monastero da parte di Napoleone, Campione fu unito a Como e incorporato nel dipartimento del Lario.

Arte

Fu luogo di origine dei Maestri Campionesi, maestranze di scultori e architetti che operarono in molte regioni italiane e transalpine dalla seconda metà del sec. XII alla fine del sec. XIV. Il santuario della Madonna dei Ghirli, dedicato alle rondini (in dialetto ghirli), è uno dei monumenti più interessanti della zona: di impianto trecentesco, ma ampiamente rimaneggiato in forme barocche (sec. XVIII), presenta una facciata a tre archi che prospetta scenograficamente sul lago. In un portico esterno vi sono affreschi tardogotici dei De Veris (inizi sec. XV) e altri, di un maestro lombardo (1350-75), sono custoditi all'interno dell'edificio. L'ex parrocchiale di San Zenone (sec. VIII) è stata sottoposta a vari rimaneggiamenti nel corso dei secoli. Preziose sono, al suo interno, le sculture dei Maestri Campionesi (sec. XIV-XV), mentre affreschi trecenteschi sono visibili nell'abside. Nel Novecento è stata trasformata in Galleria Civica, utilizzata per manifestazioni di carattere culturale.

Economia

Campione vive di turismo, attivo tutto l'anno grazie alla mitezza del clima, e gode di tutti i vantaggi che la sua condizione di enclave comporta (zona franca con agevolazioni fiscali, regime doganale svizzero, moneta e francobolli svizzeri). Altra fonte di reddito è indubbiamente il Casinò, uno dei quattro presenti in Italia. Il centro, sede di campionati internazionali di motonautica, di sci nautico e di canottaggio, offre agli sportivi un calendario nutrito di appuntamenti. Sono attive alcune aziende nei settori meccanico, poligrafico e dell'abbigliamento.

Curiosità

Il Casinò ospita il Premio Maschera d'Argento, legato al mondo dello spettacolo.