Questo sito contribuisce alla audience di

Camuni o Camunni

denominazione, nell'antichità, degli abitanti della Valcamonica, che furono sottomessi da Augusto nel 16 a. C. Nella civiltà dei Camuni (detta civiltà camuna), secondo i risultati di talune ricerche stratigrafiche e sulla base delle numerosissime incisioni rupestri, vi sarebbe stata una continuità di frequentazione dalla fine del Neolitico all'epoca romana e ancora oltre. Se durante il Neolitico la figura umana stilizzata assume nelle incisioni un sempre maggiore rilievo, le incisioni sui massi si articolano fino ad assumere un carattere narrativo (scene di caccia o di agricoltura) nell'Eneolitico, diventano scene complesse (le cosiddette “composizioni monumentali”) nel corso dell'Età del Bronzo e acquistano tratti di vero e proprio realismo durante l'Età del Ferro. Numerose brevi iscrizioni in caratteri reto-etruschi costituiscono un'importante testimonianza dell'influenza della civiltà etrusca nella regione alpina.