Questo sito contribuisce alla audience di

Capnodiàcee

sf. pl. [dal greco kapnṓdēs, fumoso]. Famiglia (Capnodiaceae) di Funghi appartenenti alla divisione Ascomiceti dell'ordine Asterinali compresi nel gruppo biologico delle fumaggini. È costituita da specie di Funghi epifiti e polifagi che si sviluppano su organi aerei, generalmente sulle foglie, di un gran numero di vegetali in tutte le parti del mondo, formando con il loro micelio incrostazioni lisce o granulose di vario colore, per lo più tendenti al bruno. Non sono parassiti, in quanto si nutrono di sostanze zuccherine secrete dalle piante; tuttavia, in particolari condizioni atmosferiche (gelate) o per l'azione di insetti che si nutrono di linfe vegetali, pare che questi Funghi diventino in un certo grado dannosi alle piante in quanto le loro formazioni ostruiscono almeno in parte gli stomi pregiudicando gli scambi gassosi necessari al normale svolgimento della fotosintesi. Le specie più note sono: Capnodium elaeophilum, che, probabilmente in associazione con altre entità, provoca la fumaggine dell'olivo; Capnodium citri e Limacinia citri, responsabili della fumaggine degli agrumi. La posizione sistematica di questa famiglia è assai incerta e non può considerarsi definitiva, mentre i binomi delle entità che la compongono sono destinati a essere sostituiti.