Questo sito contribuisce alla audience di

Capràia e Lìmite

comune in provincia di Firenze (28 km), 28 m s.m., 25 km², 5920 ab. (limitesi), patrono: san Lorenzo (10 agosto) e santo Stefano (26 dicembre).

Centro esteso del Valdarno Inferiore, compreso tra due anse dell'Arno a SW di Firenze; sede comunale è Limite sull'Arno. Capraia fu un feudo degli Alberti di Mangona, prima sotto il controllo di Pistoia, poi di Firenze (1204). Limite, dopo essere stato un possedimento dei conti Guidi, passò al comune di Pistoia e dal sec. XIV alla Repubblica fiorentina. § Capraia conserva, oltre ai resti della rocca, la pieve di Santo Stefano, di antica origine ma alterata. Più interessante la chiesetta, restaurata, di San Jacopo a Pulignano (sec. XII). § Di antica tradizione è l'attività cantieristica (Limite), alla quale si sono affiancate numerose aziende operanti nei comparti del mobile, delle confezioni, alimentare e ceramico. Rilevante è la produzione di olive, uva da vino e cereali. Vivace il turismo.