Questo sito contribuisce alla audience di

Caprìglio

comune in provincia di Asti (25 km), 231 m s.m., 5,08 km², 309 ab. (caprigliesi), patrono: Beata Vergine (seconda domenica di settembre).

Centro del Basso Monferrato, nella valle del torrente Triversa. Dominio della Chiesa d'Asti, nel 1186 venne concesso da Federico Barbarossa ai conti di Cocconato a cui rimase, salvo una breve interruzione, fino al 1518, quando fu annesso ai domini dei Savoia. Ebbe vari feudatari, tra cui i Pallavicino, i Maino di Chieri e i Melina di Torino. La settecentesca parrocchiale di San Martino, a tre navate, fu ampliata nei sec. XIX e XX. § I boschi che ricoprono gran parte del territorio hanno favorito la pioppicoltura specializzata, che si è affiancata alla tradizionale coltura della vite, dei cereali, degli ortaggi (peperoni) e all'allevamento. L'industria è presente con attività nel settore informatico.