Questo sito contribuisce alla audience di

Caracostea, Dimitrie

critico romeno (Slatina 1879-Bucarest 1964). Nell'evoluzione della critica romena rappresenta la reazione sia allo storicismo erudito sia all'impressionismo. Egli non esclude l'importanza della ricerca comparativa ma, stabilite le dipendenze, il critico deve individuare l'originalità dell'opera, che non s'identifica con l'originalità del motivo. Il concetto di espressione ha perciò nella teoria critica di Caracostea un particolare rilievo. I saggi più importanti sono L'arte della parola in Eminescu (1938) e L'espressività della lingua romena (1942), dove la teoria di Caracostea trova la sua formulazione più completa.

Collegamenti