Questo sito contribuisce alla audience di

Carlo Felice

re di Sardegna (Torino 1765-1831). Figlio di Vittorio Amedeo III, fu viceré di Sardegna dal 1799 al 1821, iniziandovi importanti riforme e lottando contro il brigantaggio. Scoppiato nel 1821 il moto liberale in Piemonte, accettò dal fratello Vittorio Emanuele I la corona regia e, trovandosi a Modena, ingiunse al reggente Carlo Alberto la revoca della Costituzione da lui concessa. Convinto assolutista, governò con mitezza, concedendo moderate riforme in campo civile e giudiziario.