Questo sito contribuisce alla audience di

Carlos, Don-

principe delle Asturie (Valladolid 1545-Madrid 1568). Primogenito di Filippo II, malaticcio (era figlio di primi cugini), nel 1560 iniziò gli studi all'Università di Alcalá dove cadde da una scala riportando una grave ferita alla testa. Nel 1562 il padre lo volle con sé a Madrid per affidargli qualche incarico di governo, ma Carlos, irascibile, ostinato e indiscreto, si inimicò tutta la corte. Spinto dall'odio contro il padre, tenne contatti segreti con i ribelli delle Fiandre. Venne infine arrestato (18 gennaio 1568) e rinchiuso in una stanza del palazzo, dove morì in circostanze misteriose. In tutta l'Europa antispagnola ebbe largo credito la voce che fosse stato ucciso dal padre per gelosia (nel 1567 Filippo II aveva sposato Isabella di Valois destinata in un primo tempo a Don Carlos); ma l'ipotesi non è accolta dagli storici moderni. § Attorno alla figura di Don Carlos e al mistero della sua morte fiorirono storie e leggende che fornirono materia a numerose creazioni artistiche. Per le opere di Schiller e di Verdi si veda Don Carlos, mentre ricordiamo qui anche El príncipe Don Carlos (1619) di Diego Jiménez de Enciso, il Filippo (1783) dell'Alfieri e la validità storica del dramma di Gaspar Núñez de Arce: El haz de leña (1872; La fascina di legna).