Questo sito contribuisce alla audience di

Carmènta

(latino Carmenta). Dea romana di carattere “lunare”, che esplicava una sua azione nel campo della mantica e delle nascite. I Carmentali, gioni di festa a lei dedicati, cadevano l'11 e il 15 gennaio e carmentale era il sacerdote del suo culto. Veniva chiamata anche con i titoli cultuali di Antevorta e di Postvorta. Dea del “passaggio” all'esistenza, svolgeva un'azione affine a quella del dio Giano ed era a lui associata. Il nome Carmenta veniva messo in relazione ai carmina (oracoli). La tarda mitologia ellenizzante la faceva madre di Evandro.

Collegamenti