Questo sito contribuisce alla audience di

Carnìvori

sm. pl. [da carnivoro]. Ordine (Carnivora) di Mammiferi, le specie terrestri maggiormente adattate alla predazione. Per forme, mole e generi di vita rappresenta un gruppo piuttosto eterogeneo tra i Mammiferi. L'importanza dei Carnivori è enorme, in quanto rappresentano uno degli ordini fondamentali anche per il perfezionamento dei sensi e per il ruolo essenziale da essi svolto nell'economia della natura, limitando e selezionando le popolazioni degli erbivori, degli Uccelli e di altri animali. Sono divisi nei sottordini dei Canoidei e dei Feloidei. I primi comprendono le famiglie Canidi, Ursidi, Procionidi, Ailuridi, Ailuropodidi e Mustelidi; i secondi le famiglie Viverridi, Erpestidi, Criptoprottidi, Ienidi, Protelidi e Felidi. I Carnivori hanno cranio generalmente allungato, con parte facciale assai prominente e sormontato da una robusta cresta sagittale, in rapporto ai poderosi muscoli masticatori, che in parte vi fanno inserzione. La mandibola può compiere quasi esclusivamente movimenti verticali; la coda, sovente ben sviluppata, è prensile solo nel binturong e nel cercoletto ed è estremamente corta negli Ursidi. Le estremità possono avere appoggio plantigrado o semiplantigrado (Ursidi, Mustelidi), semidigitigrado (Viverridi) e digitigrado (Canidi, Felidi); pollice e alluce hanno tendenza a regredire. Le unghie hanno foggia varia, per lo più ad artiglio, smussate o aguzze; nei Felidi (e in certi Viverridi) sono retrattili. La dentatura è specializzata, in relazione alla dieta carnivora della maggior parte delle specie (gli Ursidi, però, sono quasi tutti onnivori); in linea di massima gli incisivi sono taglienti, i canini sono trasformati in zanne aguzze, i mascellari hanno corone a cuspidi taglienti; il quarto premolare superiore e il primo molare inferiore prendono il nome di denti ferini e hanno la funzione di lacerare le carni delle prede. L'olfatto è il senso preminente, ma in genere i Carnivori si avvalgono di una vasta acuità sensoria, indispensabile per la predazione. Caratteristiche dei Carnivori sono le ghiandole anali, che si sviluppano particolarmente nei Viverridi e nei Mustelidi; in alcune specie (per esempio, moffetta) possono anche sprizzare liquido maleodorante a scopo difensivo. Le dimensioni dei Carnivori variano dai 13 cm della Mustela rixosa ai 3 m dell'orso kodiak dell'Alaska, che arriva al peso di 800 kg e più. I Carnivori sono distribuiti in tutti i continenti, a eccezione dell'Antartide, a tutte le latitudini e in una enorme varietà di ambienti. Alcune specie hanno adattamenti alla vita acquatica, altri sono fortemente arboricoli. Molti hanno sviluppato complesse relazioni sociali tra gli individui. Il cane e il gatto sono stati addomesticati e vivono da millenni a fianco dell'uomo. La vecchia suddivisione tra Fissipedi e Pinnipedi è ritenuta superata da molti autori, e i Pinnipedi, pur se presentano notevoli affinità con i Carnivori, sono ascritti a un ordine a sé stante.