Questo sito contribuisce alla audience di

Carniòla

regione storica estesa nella sezione occidentale e centro-meridionale della Slovenia, fra le Caravanche (a N), l'alto corso del fiume Kupa (a S), la Selva di Tarnova (a W) e i monti Gorjanci (a SE). Si distinguono, all'interno di essa, la Carniola superiore (in slavo Gorenjsko, in tedesco Oberkrain), comprendente le Alpi Giulie con il monte Tricorno, e le Caravanche con le Kamniške planina (Alpi di Stein); la Carniola inferiore (in slavo Dolenjsko, in tedesco Unterkrain), tra la Sava e i monti Gorjanci; la Carniola interna (in slavo Notranjsko, in tedesco Innerkrain), estesa a S di Lubiana, la capitale storica. Agricoltura, allevamento, sfruttamento forestale. In tedesco, Krain; in slavo, Krajnska. § Al tempo di Roma fu aggregata alla provincia di Pannonia; appartenne poi a Sloveni e Avari e, unita a Stiria e Carinzia nel Ducato di Carantania, alla Baviera. Dopo un breve periodo d'indipendenza passò ai patriarchi di Aquileia (sec. XI) e quindi ai duchi di Carinzia e di Gorizia (sec. XIII). Dal 1335 appartenne agli Asburgo, che ne fecero un avamposto difensivo. Costituita in Provincia Illirica (1809) da Napoleone, tornò all'Austria nel 1815. Nel 1918 fu incorporata nella Iugoslavia e riconfermata alla Slovenia col Trattato di Parigi (1947).