Questo sito contribuisce alla audience di

Carròdano

comune in provincia di La Spezia (32 km), 215 m s.m., 20,97 km², 545 ab. (carrodanesi), patrono: santa Felicita (prima domenica di agosto).

Centro dell'Appennino Ligure, esteso alla destra del fiume Vara; sede comunale è Carrodano Inferiore. Di antica origine, probabilmente di epoca preromana, fu possesso dei Malaspina, confermato da un diploma di Federico Barbarossa del 1168. Divenne in seguito feudo dei Da Passano e nel 1229 fu confederato a Genova, sotto la cui protezione rimase per secoli, proclamandosi libero comune nel 1305 e ottenendo ulteriori privilegi nel 1372. Il santuario della Madonna di Roverano, edificato sul luogo di un sepolcreto ligure, si presenta nella ricostruzione barocca ed è meta di pellegrinaggio. § Intorno al paese sono campi terrazzati e coltivati prevalentemente a vite. Altre risorse economiche provengono dalla coltivazione dell'olivo, degli alberi da frutto e dal commercio. Sviluppato è il turismo escursionistico e naturalistico (in particolare a Mattarana).