Questo sito contribuisce alla audience di

Carrièra, Rosalba

pittrice italiana (Venezia 1675-1757). Allieva di G. Diamantini e di A. Balestra, fu sensibile anche all'influenza esercitata dalla pittura del cognato Giannantonio Pellegrini. Con la vasta produzione dei ritratti a pastello, cui giunge dalla miniatura, genere mai abbandonato, l'opera della Carriera si inserisce nell'ambito del rococò veneziano. Indiscusso il successo anche all'estero: nel 1720 è a Parigi, dove conosce Watteau, poi a Modena alla corte estense e infine, nel 1730, alla corte di Vienna. A un linguaggio pittorico caratterizzato dalla fresca levità del tocco e dalla piacevolezza dei risultati unisce l'acutezza dell'indagine psicologica (Ritratto del duca di Wharton, Londra, Buckingham Palace; Giovinetto della famiglia Leblond e Ritratto di bambina con ciambella, entrambi a Venezia, Gallerie dell'Accademia).