Questo sito contribuisce alla audience di

Carrillo, Braulio

uomo di Stato costaricano (Cartago 1800-San Miguel, Salvador, 1845). Conservatore e avversario della federazione delle Province Unite del Centroamerica, fu presidente una prima volta dal 1834 al 1837. Con l'appoggio dell'esercito e della Chiesa riuscì a rovesciare nel 1838 il suo successore e a stabilire un governo dittatoriale. Abolì la Costituzione (1841) e trasferì la capitale a San José. Deposto nel 1842, si rifugiò a San Miguel, nel Salvador, dove morì assassinato.