Questo sito contribuisce alla audience di

Casaléggio Bòiro

comune in provincia di Alessandria (43 km), 321 m s.m., 12,21 km², 377 ab. (casaleggesi), patrono: Madonna del Carmine (16 luglio).

Centro nell'Alto Monferrato, tra le valli dei torrenti Orba e Scrivia. Nel Medioevo fece parte del Marchesato del Monferrato, seguendone le vicende. Dal 1431 al 1435 fu occupato da Francesco Sforza; in seguito appartenne alla famiglia Spinola e dal 1595 in parte ai Fieschi, che lo ebbero interamente nel 1705. All'estinzione del casato passò ai Ristori. § Il massiccio castello con torrioni (sec. X) fu ampliato nel sec. XII. L'antica parrocchiale di San Martino fu eretta intorno al Seicento, mentre la nuova, dedicata allo stesso santo, fu edificata nel 1801. § L'agricoltura produce cereali, ortaggi, foraggi per l'allevamento bovino e soprattutto uva pregiata, che alimenta la produzione vinicola; vi sono inoltre piccole aziende dei serramenti e della carpenteria in metallo.