Questo sito contribuisce alla audience di

Casalbuòno

comune in provincia di Salerno (115 km), 661 m s.m., 34,45 km², 1303 ab. (casalbuonesi), patrono: sant’ Antero (3 gennaio).

Centro posto nella valle del fiume Calore; è compreso nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Sorto nel sec. XIII, fu feudo della certosa di Padula e mantenne la denominazione di Casalnuovo fino al 1863. Affacciate su uno strapiombo sono le rovine del castello (sec. XV). La chiesa di Santa Maria delle Grazie risale al sec. XII. § Modesta è l'attività agricola (cereali e ortaggi), cui si affiancano l'allevamento di bovini da latte, ovini e caprini, e lo sfruttamento dei boschi (funghi).