Questo sito contribuisce alla audience di

Caserini, Màrio

regista cinematografico italiano (Roma 1874-1920). Fu uno dei pionieri del cinema italiano. Regista prolifico ed eclettico, si cimentò in tutti i generi allora in voga, dirigendo un centinaio di film muti. Nel 1913 diresse Lyda Borelli e M. Bonnard in Ma l'amor mio non muore, dando avvio al dramma passionale all'italiana.