Questo sito contribuisce alla audience di

Casimir-Périer, Paul-Pierre-Jean

uomo politico francese (Parigi 1847-1907). Deputato dal 1876, fu presidente del Consiglio nel 1893-94, approvò le leggi contro gli anarchici e si oppose alla separazione tra Stato e Chiesa. Nel giugno 1894, dopo l'assassinio di Carnot a opera dell'anarchico Caserio, fu eletto presidente della Repubblica. Assai impopolare per i suoi atteggiamenti di estrema destra, durante il suo mandato presidenziale fu spesso attaccato dai socialisti. Nel gennaio 1895 diede le dimissioni.

Collegamenti