Questo sito contribuisce alla audience di

Cassel, Gustav

economista svedese (Stoccolma 1866-Jönköping 1945). Professore di economia e finanza pubblica all'Università di Stoccolma, fu uno dei padri dell'economia politica svedese. Famoso il suo modello di equilibrio economico generale che costituiva una versione semplificata del modello di Walras; esso svolse funzione di ausilio alla comprensione di quello schema logico che avrebbe avuto un peso preponderante nello sviluppo successivo della teoria economica. Nel corso degli anni Venti divenne inoltre famosa la sua teoria di determinazione dei tassi di cambio basata sul Principio della Parità del Potere d'Acquisto (Purchasing Power Parity, PPP). Secondo tale principio, l'andamento dei cambi era in grado di assorbire qualunque variazione di competitività dovuta alle diverse dinamiche inflattive da Paese a Paese e consentiva di mantenere costante nel tempo il potere d'acquisto delle monete espresso in una stessa unità di conto. Tra le sue opere, assume particolare importanza Theoretische Sozialekonomie (1918); sono inoltre da menzionare: The Nature and Necessity of Interest (1903); Fundamental Thoughts in Economics (1925); On Quantitative Thinking in Economics (1935).

Collegamenti