Questo sito contribuisce alla audience di

Castèlli, Benedétto

matematico e fisico italiano (Brescia ca. 1577-Roma 1643). Frate benedettino (al secolo Antonio), allievo e collaboratore di G. Galilei, insegnò matematica a Pisa e alla Sapienza di Roma. Si interessò di idraulica (Della misura delle acque correnti, 1628) e di ottica e dedusse l'esistenza di terre australi dalle variazioni osservate nell'intensità della luce cinerea. Notevole inoltre il suo Discorso sopra la calamita (pubblicato solo nel 1883).

Collegamenti