Questo sito contribuisce alla audience di

Castellùccio Superióre

comune in provincia di Potenza (152 km), 680 m s.m., 32,28 km², 987 ab. (castelluccesi), patrono: santa Margherita (20 luglio).

Centro dell'Appennino Lucano, situato nell'alto bacino del fiume Lao; è compreso nel Parco Nazionale del Pollino. Di origine medievale, fu possesso, tra gli altri, dei Sanseverino e, infine, dei Pescara di Diano. § Restano pochi ruderi del castello medievale. La chiesa madre di Santa Margherita (fine sec. XVI) ha caratteristiche gotiche e conserva, nell'abside, un coro ligneo intagliato e, nella sagrestia, un paliotto intarsiato del Seicento e un altare coevo in marmi policromi. La chiesa di San Nicola (sec. XII, rifatta nel sec. XVI) custodisce un pregevole altare marmoreo. § L'agricoltura produce olive, cereali e frutta; è diffuso l'allevamento ovino. Aziende artigianali operano nei settori dell'abbigliamento e della lavorazione del legno. § Nei dintorni, sul monte Zaccana, è il santuario della Madonna del Soccorso, sorto intorno alla metà del Cinquecento come chiesa rupestre e ampliato nel sec. XVII.