Questo sito contribuisce alla audience di

Castelnuòvo di Garfagnana

comune in provincia di Lucca (46 km), 270 m s.m., 28,50 km², 6073 ab. (castelnuovesi), patrono: santi Pietro e Paolo (29 giugno).

Centro della Garfagnana, sulla destra del torrente Turrite Secca, presso la sua confluenza nel fiume Serchio. Ebbe notevole sviluppo sotto gli Estensi che, chiamati nel 1429 dal popolo minacciato dai fiorentini, qui si affermarono. Brevi furono le parentesi della signoria di Francesco della Rovere, duca di Urbino (1512), e dei Medici (1521). Fu sede affidata a importanti commissari e governatori ducali, tra cui Ludovico Ariosto. Con Napoleone il centro fu unito alla Repubblica Cisalpina, poi al Ducato di Lucca. Tornò agli Estensi dal 1814 fino all'annessione al Regno d'Italia nel 1860. Il nucleo storico conserva la rocca, del sec. XII ma in seguito trasformata, con alta torre quadrata centrale e torricelle angolari. Notevole anche il duomo rinascimentale, ristrutturato nel sec. XVI. § L'industria è sviluppata soprattutto nei settori tessile, chimico e dell'abbigliamento. L'agricoltura produce patate e foraggi. È apprezzata meta turistica.