Questo sito contribuisce alla audience di

Catài

(anche Cathài, Catàio, Chitài, Kitài). Così venne chiamata la Cina dai primi viaggiatori europei durante il Medioevo (celebre in proposito l'esempio di Marco Polo nel Milione) e più tardi dagli autori italiani di poemi cavallereschi (dove però, talvolta, indica pure l'Oriente in genere). La denominazione Catai è da farsi risalire, attraverso la forma turca, al nome di un popolo tunguso noto come Qïtan (in cinese Ch'i-tan), fondatore della dinastia Liao, che regnò su una breve fascia della Cina settentrionale dal 907 al 1125. Curiosamente, dai Qïtan, rimasti sostanzialmente sempre estranei al Paese, derivò la designazione della Cina rimasta in uso per un lungo arco di tempo. In talune lingue centro-asiatiche e slave (fra cui il russo) la Cina viene tuttora chiamata Kitai.

Collegamenti