Questo sito contribuisce alla audience di

Cattòlica Eraclèa

comune in provincia di Agrigento (37 km), 220 m s.m., 62,14 km², 4959 ab. (cattolicesi), patrono: san Giuseppe (19 marzo).

Centro situato alla sinistra del fiume Platani. L'abitato venne fondato nel 1612 da Francesco Isfar; in seguito passò ai Bosco. Nel 1720 andò definitivamente ai Bonanno, principi di Roccafiorita. § La chiesa madre dello Spirito Santo (sec. XVII), a navata unica, ha la facciata a due ordini classicheggiante. La chiesa della Mercede (sec. XVII) conserva il sarcofago in marmo policromo del principe Francesco Isfar. A poca distanza dall'abitato sorge l'area archeologica in cui sono emersi i resti dell'antica città greca di Eraclea Minoa (sec. III a. C.). § L'agricoltura offre uva, olive, mandorle e pistacchio, ed è affiancata dall'allevamento (ovini e caprini).